29 marzo 2010

equatore

le gare di nuoto per bambini le ha inventate un sadico.
ore 8.30 tutti pronti per il riscaldamento. 8.30? ma è domenica! e c'è pure l'ora legale. praticamente mi devo svegliare alle 6!!!!

lo facciamo per il bambino, mica per noi, non fare storie!!!
vabbè.

ore 8.35 riscaldamento. riscaldamento? ma la sua gara è alle 11.10 cosa cavolo si riscalda ora che alle 11.10 è già bello freddo, anzi congelato che è stato 2 ore fermo con la testa bagnata!!!!. boh.

i genitori si accomodino sugli spalti. 500 persone, sconvolte dal sonno oppure eletrizzate dall'evento, un caldo equatoriale, borse borsine borsette, 2 caschi, 2 giacche, che negli spogliatoi rubano.

ripeto dentro di me: lo faccio per mio figlio che amo moltissimo.

cosa cacchio faccio fino alle 11.10? semplice guardo mio figlio, vedo cosa fa, come si compoprta con gli istruttori con gli amici, con i ragazzini che non conosce... semplice.
allora, vediamo dov'è. cuffietta bianca-rossa e blu e costumino azzurro ... semplice ...... ci sono solo 600 bambini.
spetta che ora lo trovo eh .....

dov'è?

oddio non lo vedo.

ah aspetta che là c'è la maestra ..... o cavolo ...... hanno regalato a tutti la cuffietta bianca della squadra. uguale per tutti e sono 57. evviva.
aspetta che lo cerco bene ....... costumino azzurro ...... belin ce l'hanno in 18.......... e stanno tutti seduti che non si riconosce nessuno.

vabbè, ora passeranno di qui per andare a far riscaldamento e lo riconoscerò.

ah eccolo .......... ora non lo perdo più di vista.

ciao Samu, mi vedi sono qui, Samuuuuuuuuu eccomi. che almeno mi veda e tragga beneficio dalla presenza paterna visto che io traggo solo sofferenza dalla presenza mia in piscina. Samu mi vedi, sono un papà presente, eccomi, sorridente e fiero del suo bambino, guardami bene così da grande non vai dallo psicologo!!!!

mi metto tranquillo ma è una rottura di palle terribile. non è come essere a una partita di calcio o di tennis o di bocce, che mentre aspetti il turno del tuo amato ti guardi la partita priam, li non c'è niente da guardare perchè nel nuoto non c'è nulla da guardare. soprattutto nel nuoto dei bimbi. dovrebbero vietare l'accesso ai parenti così i parenti ringrazierebbero e i bimbi non crescerebbero coi complessi dei genitori assenti.

vabbè arrivano le 11.10, lui fa un'eccellente vasca a dorso mi guarda e gli faccio ok con il pollice. lui sorride.

alle 11.50 miracolosamente tocca di nuovo a lui e fa una bella vasca a stile finisce mi guarda e gli faccio ok con il pollice e tre con le dita per dirgli che è arrivato terzo. lui scuote la testa e fa due con le dita. è arrivato secondo. annuisco poco convinto.

esce felice, e sono felice anch'io. andiamo nello spogliatoio e finalmente siamo di nuovo insieme a ridere, scherzare, a fare il rito della doccia, i commenti sul compagnetto grassottello che però nuota come una spia, e su quell'altro che ha fatto tutta la vasca con gli occhiali in bocca.

usciamo, c'è il sole. si va a giocare a pallone.
è una domenica stupenda.

8 commenti:

M di MS ha detto...

Intanto bello questo post!
Dopo averti letto io e marito pallanuotista eviteremo le gare di nuoto per il bimbo già da ora molto promettente;)))

E poi non conoscevo il tuo blog. C'è bisogno di papà blogger!

M di MS ha detto...

Intanto bello questo post!
Dopo averti letto io e marito pallanuotista eviteremo le gare di nuoto per il bimbo già da ora molto promettente;)))

E poi non conoscevo il tuo blog. C'è bisogno di papà blogger!

Anonimo ha detto...

...sicuramente sulle tribune si muore di caldo, ci sono un sacco di genitori invasati,non riesci a sederti neppure se arrivi 3 ore prima del riscaldamento ... però samu ha la certezza che tu ci sei... e ti posso assicurare che è la cosa più "stabilizzante" (scusa il termine ma credo renda l'idea)che ci sia .
I miei genitori l'hanno fatto x anni e mia mamma mi ha confessato solo adesso (adesso che sono io che porto i miei bimbi a far le gare!!)che lei proprio non le sopportava quelle interminabili domeniche in piscina!!!
scusa la lunghezza ma il nuoto è stato per anni la mia vita!!
ciaoo elena p.

desian ha detto...

provo a non lasciare un commento doppio: a me la piscina produce una sindrome tropicale (sai com'è, temperatura interna intorno ai 60 gradi centigradi e umidità al 200%) tanto che ogni volta che ci vado passo sempre dal medico per le vaccinazioni di rito... Noi comunque niente gare, siamo fermi ad un corso base :-)

Manuela ha detto...

Arrivo a te passando da fux, bellissimo il blog, idem per il sito, p.s. sono una mamma - bis - ed al secondo giro, il piccolo fa domani 2 mesi, mio marito finalmente mi aiuta alla grande!!! Questi papà!!! per fortuna che ci sono, se no noi mamme forse prese dalle regole e dalla routine non riusciremmo a ridere della stanchezza terribile che ti assale dopo una interminabile giornata!
A presto
Manuela

Lanterna ha detto...

Confesso: io provo le stesse cose durante le recite. Non prima della recita, proprio durante.
È che sono di una noia, con la calca, il caldo, ecc... non ce la si fa!

claudia ha detto...

ho visto il sito.. complimenti!
secondo me utile anche per le mamme ..;) qt al nuoto concordo, ricordo qd le gare le facevo io, domandandomi il perchè di tanta sofferenza.. all'aria aperta si sta decisamente meglio ( e io a nuoto ero una schiappa!) in bocca al lupo! e a presto sul blog

roberto ha detto...

Mi hai fatto fare una bella risata e di questi tempi, non è roba da poco.
Ciao complimenti